Comune di Lusia

Inaugurato il nuovo Polo Scolastico "La Fenice"

Pubblicata il 14/09/2019

Tanto entusiasmo misto ad emozione per il risultato raggiunto. L’amministrazione comunale di Lusia ha inaugurato ufficialmente questa mattina il nuovo plesso scolastico di Via Alighieri, che raccoglie in un unico stabile la scuola materna “De Amicis”, la primaria “Pighin” e la secondaria “Fermi”. Tutte raggruppate sotto il nome di polo scolastico “La Fenice”. La cerimonia è iniziata con l’esecuzione dell’inno di Mameli da parte degli alunni è poi intervento il sindaco di Lusia, Luca Prando, che ha raccontato il percorso, non poco impegnativo che ha portato alla realizzazione di questo traguardo: “Non potete immaginare l’enorme sacrificio – ha detto Prando – che l’amministrazione comunale ha fatto per arrivare oggi a questo momento: si sono dovute affrontare problematiche legate ai patti di stabilità e ad altri problemi amministrativi che abbiamo affrontato con la nostra tenacia, l’orgoglio e la volontà di dare ai nostri ragazzi e alla nostra cittadinanza un polo scolastico degno del nostro territorio. Abbiamo riscontrato carenze legate all’efficienza energetica a sistemi di sicurezza non omologati, servizi igienici non idonei, ci siamo subito adoperati per risolvere questi problemi e per fermare l’esodo di alcune famiglie che giustamente, pensando al meglio per i loro figli avevano scelto altre scuole. Ringrazio la Regione, ed in particolare l’ex Assessore Maria Luisa Coppola aveva capito la nostra esigenza e ci ha messo a disposizione un contributo di 500 mila euro. Abbiamo poi usufruito del Conto Termico per l’efficientamento energetico ed abbiamo poi messo sul tavolo altri 500 mila euro di fondi della nostra comunità. Soldi che tutti noi paghiamo attraverso le tasse e che ritengo giusto che siano stati messi a disposizione dei nostri ragazzi, perché sono il nostro futuro. Abbiamo scelto il nome La Fenice perché come sapete nel 1945 Lusia ha subito un bombardamento che ha distrutto la chiesa, il campanile ed il municipio e la Fenice è un animale mitologico simbolo della rinascita». Il Vicesindaco di Lusia, Michele Bassani ha dato lettura del messaggio inviato dal Presidente della Regione Luca Zaia, che si è complimentato con l’amministrazione per il lavoro svolto. Anche Isi Coppola, invitata dall’amministrazione, in riconoscenza del suo impegno, ha risposto manifestando il suo ringraziamento personale al sindaco di Lusia del pensiero avuto nei suoi riguardi. Sono quindi intervenute la Senatrice Roberta Toffanin, l’Onorevole Antonietta Giacometti, l’assessore all’Istruzione del Comune di Lusia Lorella Battistella, la nuova Dirigente scolastica del Comprensivo di Lendinara (a cui è legata didatticamente la scuola di Lusia), Laura Rivello, il Consigliere Provinciale Antonio Laruccia e l’onorevole Emanuela Munerato. C’è stata dunque la scopertura della nuova insegna del Polo Scolastico e la benedizione del nuovo plesso da parte del Parroco di Lusia don Antonio Rossi. A tutti è stato distribuito un opuscolo realizzato dall’amministrazione in cui sono illustrate le caratteristiche della scuola ed anche la storia delle vecchie scuole di Lusia. A tutti gli alunni è poi stata regalata anche una borraccia in alluminio, una scelta “green” che si inserisce nella battaglia contro l’eccessivo utilizzo della plastica che anche l’amministrazione di Lusia ha scelto di sostenere.


Facebook Twitter